Il Trio99 è un gruppo di tre giovani musicisti e creativi abruzzesi (Alessandro Tarquini, Diego Sebastiani, Francesco Tarquini). Il numero 99 sta ad indicare la città, L’Aquila, che li ha visti nascere.

L’ensemble viene ufficialmente fondato nel 2007 – anno in cui realizzano per l’Istituto Accademia dell’Immagine la colonna sonora di un cortometraggio dal titolo “Tango Noir”, eseguendola poi dal vivo durante la proiezione cinematografica all’interno del festival Notte Noir e registrando nella sala dello storico Cinema Massimo oltre ad un tutto esaurito anche applausi a scena aperta – ma è da molto tempo prima che i tre condividono esperienze culturali ed un forte legame di amicizia.

L’amore per la musica e la frequentazione di ambienti teatrali li spinge verso orizzonti artistici tra i più disparati, contribuendo a creare un repertorio vasto ed eterogeneo.

Il 5 Dicembre 2010 presentano il loro primo disco (il progetto “Trio99 – Vol. 1”) contenente rielaborazioni di brani tratti dalla tradizione popolare aquilana, abruzzese e non solo, tracce inedite e “incontri” teatral-musicali. L’uscita dell’album lancia il gruppo e gli permette di farsi conoscere dalle persone a cui si rivolge: i giovanissimi, con i vari progetti nelle scuole materne elementari e medie, i giovani e gli adulti con eventi in locali, teatri e piazze, non ultimi gli anziani con i pomeriggi nelle case di riposo e nei centri aggregativi.

Nel 2011 compongono musiche originali per la colonna sonora di “Identità Perdute” (Regia G. S. Nardis), documentario sui comuni colpiti dal sisma aquilano del 2009; quindi si dedicano ai numerosi eventi in collaborazione con Associazioni ed Enti.

Tra il 2012 e il 2015 compongono musiche inedite per spettacoli teatrali (“La collina di Spoon River”, “Ma che fine hanno fatto i nostri eroi”, “Stella D’Italia”) e si cimentano nella composizione di un brano bandistico per il film “La mano nel cappello” di Francesco Paolucci. Il brano in questione “Il trio” è stato inserito nel repertorio di tutte le bande locali.

Uno degli spettacoli che meglio rappresenta la pancia del gruppo è “L’ARPETTA del TRIO99”: per le vie e nei luoghi di ritrovo senza vincoli di cavi, microfoni, aste e amplificatori, provando a suscitare in maniera creativa quelle atmosfere di una volta dove si doveva stare vicini alla musica per viverla ed ascoltarla davvero. Nel 2013 da questo spettacolo nasce l’idea di Serenatæ: Centro di riferimento per serenate di tutti i tipi.

Nel 2015 – 2016 si aprono diverse ed inaspettate strade. Tra le più rilevanti: il laboratorio “Musica una bella Storia” presso l’Associazione “ABITARE INSIEME” che accoglie portatori di handicap e le collaborazioni con ensemble corali e sinfonici.

Progetti principali del 2017 sono la registrazione dell’album “Musica Una Bella Storia”, prodotto tangibile dell’omonimo laboratorio, e la realizzazione della colonna sonora nel documentario sui Teatri Nazionali “OMAGGIO AL TEATRO – Pirandello e i Giganti della Montagna” (Regia F. Pompei).

Partecipano nel 2018 alle riprese del film “L’Aquila – Grandi Speranze” (produzione RAI con la regia di Marco Risi in palinsesto per l’autunno 2018) sia come attori nel ruolo di Trio99 che con le musiche tratte dall’album Trio99 Vol.1

Nel 2018 come naturale conseguenza del progetto “Musica una bella storia” realizzano la canzone “Vai Dottò”. La canzone viene presentata con un videoclip realizzato da Trio99 in collaborazione con Lightcut Film di Andrea Tubili